Ecco come valutare le tue opzioni

Avviare un’attività di e-commerce è entusiasmante. Puoi scegliere il nome della tua attività, creare il tuo logo e il tuo marchio e costruire il tuo sito web. E sebbene sia facile considerare le tue esigenze ora , è anche importante pensare a dove sta andando la tua attività e di quali altri strumenti avrai bisogno.

Oggi non è sufficiente scegliere semplicemente il miglior builder di negozi online. Gli imprenditori esperti si affidano a noi per trovare la migliore piattaforma di e-commerce: un ecosistema di strumenti che si integrano perfettamente, offrendoti il ​​controllo completo su ogni aspetto della tua attività e la capacità di scalare man mano che cresci.

Cos’è una piattaforma di e-commerce?

Una piattaforma di e-commerce è un modo per costruire e creare un’esperienza online che ti consenta di effettuare vendite ed evadere gli ordini, indipendentemente da dove si trovino i tuoi clienti o dove vogliano fare acquisti.

Mentre la maggior parte delle persone pensa che la propria piattaforma di e-commerce sia solo uno strumento che consente loro di elencare prodotti e accettare pagamenti online, una vera piattaforma di e-commerce è molto più di questo. La tua piattaforma di e-commerce dovrebbe essere un centro di comando aziendale completo da cui controlli tutto, dall’inventario al marketing. Dovrebbe consentirti di elaborare i pagamenti, ma dovrebbe anche darti accesso senza problemi a tutti gli strumenti necessari per vendere online.

Quali tipi di piattaforme di e-commerce esistono?

Per rendere il tuo negozio online accessibile al pubblico, devi disporre di una soluzione di hosting. L’hosting memorizza le tue informazioni su un server, che consente agli utenti di Internet di visitare il tuo sito e visualizzare tutti i contenuti. Ogni sito Web è ospitato da qualche parte, il che significa che dispone di uno spazio server dedicato da un provider. Alcune piattaforme di e-commerce hanno l’hosting integrato, mentre altre richiedono di utilizzare l’hosting autonomo o l’hosting open source.

1. Hosted

Alcuni costruttori di siti web offrono una piattaforma ospitata . In questo caso, non devi preoccuparti del caos dell’hosting autonomo o di terze parti e dei costi aggiuntivi allegati. I negozi Shopify , ad esempio, includono l’hosting di siti Web in ogni piano. Tutti gli aggiornamenti di Shopify sono automatici e senza problemi, quindi il tuo sito sarà sempre aggiornato. Costruire su una piattaforma di e-commerce in hosting ti dà più libertà di concentrarti sulla gestione della tua attività, non sull’estinzione degli incendi causati dai tempi di inattività e dalla necessità di correggere i bug.

2. Self-hosted

Le piattaforme di e-commerce self-hosted o non-hosted richiedono ai commercianti di utilizzare il proprio spazio sul server o pagare per affittare lo spazio da un provider di hosting. Ciò rende complessa la gestione del sito Web in corso, poiché sei responsabile degli aggiornamenti, della manutenzione e delle correzioni di bug. Ciò richiede molte risorse interne che potresti altrimenti allocare altrove.

Le piattaforme self-hosted sono in genere open source e utilizzi una terza parte per ospitare i dati del tuo sito web. Le opzioni di approvvigionamento di terze parti addebitano commissioni per i loro servizi e questi costi si sommano rapidamente. Molte volte, questi servizi di hosting utilizzano strutture di prezzi a più livelli, quindi quelli con i piani più bassi non ottengono molto in termini di assistenza clienti. Questo può lasciarti sospeso in momenti davvero importanti, come l’aumento del traffico dopo una copertura giornalistica inaspettata.

Quali tipi di ecommerce esistono?

Esistono quattro tipi di e-commerce: B2C (business-to-consumer), B2B (business-to-business), C2B (consumer-to-business) e C2C (consumer-to-consumer).

  1. B2C. Si riferisce alla vendita online da un’azienda a un singolo consumatore. Potresti anche sentire le persone riferirsi all’e-commerce B2C come DTC o diretto al consumatore.
  2. B2B. Quando un’azienda vende a un’altra attività online, è l’e-commerce B2B. Queste transazioni includono l’acquisto all’ingrosso, quando l’attività di acquisto intende rivendere con profitto, nonché per uso aziendale, cose come forniture e attrezzature per ufficio.
  3. C2B. I consumatori hanno anche potere di vendita, come si vede quando vendono alle imprese. In genere, queste transazioni sono meno tradizionali. Un consumatore potrebbe vendere la propria influenza sotto forma di un post sui social in primo piano, oppure potrebbe offrire una recensione a cinque stelle in cambio di denaro.
  4. C2C. I consumatori possono anche vendersi l’un l’altro, una tendenza che è emersa con la popolarità della sharing economy. Piattaforme come Craigslist, Facebook Marketplace e eBay offrono uno spazio per facilitare l’e-commerce C2C.

Le migliori piattaforme di e-commerce per il 2021

Ancora una volta, la migliore piattaforma di e-commerce dipende dal tuo modello di business e dal tuo piano di crescita unici. Ecco una panoramica di alcune delle migliori piattaforme di e-commerce per il 2021 per aiutarti a valutare l’opzione migliore per la tua attività: 

1. Shopify

  • Prezzo: base Shopify: $ 29,99 / mese; Shopify: $ 79 / mese; Shopify avanzato: $ 299 / mese; Sconto del 10% sui piani annuali e del 20% sui piani biennali se pagato in anticipo
  • Durata della prova gratuita: 14 giorni
  • Opzioni di assistenza clienti: supporto telefonico di richiamata; supporto e-mail; supporto fornito in 19 lingue; Forum della Comunità; contenuto di supporto
  • Canali di vendita integrati: Facebook, Instagram, Google, Walmart Marketplace, eBay e Amazon
  • Funzionalità dell’app mobile: suite di strumenti mobili per gestire completamente il tuo business online
  • POS: sì

Shopify gestisce tutti gli aspetti della tua attività: puoi utilizzare la nostra migliore suite di strumenti aziendali per creare un centro di comando aziendale completo. Shop Pay gestisce l’elaborazione dei pagamenti, Shopify POS gestisce le vendite di persona e Shopify Fulfillment può aiutarti a mettere i prodotti nelle mani dei clienti. E questi sono solo alcuni dei tanti potenti strumenti e app che funzionano insieme senza problemi come parte dell’ecosistema di Shopify. Puoi anche attingere alla nostra vasta libreria di app di terze parti che possono estendere ulteriormente la tua esperienza con Shopify.

Con tutte queste potenti funzionalità, puoi impostare la tua attività con poche competenze tecniche e budget e ridimensionare fino a un marchio online internazionale senza cambiare piattaforma lungo il percorso. 

2. Wix

  • Prezzo: Business Basic: $ 23 / mese; Business Unlimited: $ 27 / mese; Business VIP: $ 49 / mese
  • Durata della prova gratuita: nessuna prova gratuita
  • Opzioni di assistenza clienti: servizio di richiamata disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7
  • Canali di vendita integrati: Facebook e Instagram richiedono l’app di terze parti Ecwid
  • Funzionalità dell’app per dispositivi mobili: la capacità di gestire il tuo sito web, sebbene priva di strumenti aziendali chiave come la gestione dell’inventario; richiede un’app separata per utilizzare il POS mobile
  • POS: sì

Wix è un generatore di siti web drag-and-drop intuitivo che offre modelli personalizzabili, web hosting e registrazione del nome di dominio. Puoi creare un sito Web di base gratuitamente, ma dovrai passare a un piano a pagamento per utilizzare le funzionalità di e-commerce di Wix.

Per quanto riguarda la funzionalità di e-commerce, Wix ha alcuni strumenti utili. La piattaforma consente ai commercianti di tracciare gli ordini, accettare pagamenti online, vendere su più canali e creare campagne di carrelli abbandonati .

Tuttavia, manca di alcune funzionalità che sono imperative in particolare per le attività basate sui prodotti. Le carenze includono l’assenza di avvisi di scorte insufficienti e altre funzionalità chiave di gestione dell’inventario. Se hai più di una decina di prodotti, ti consigliamo una piattaforma con strumenti di tracciamento dell’inventario più robusti. Inoltre, è necessario utilizzare un’app di terze parti per le integrazioni del social commerce. 

3. BigCommerce

  • Prezzo: Standard: $ 29,95 / mese; Plus: $ 79,95 / mese o $ 71,95 / mese se pagato annualmente; Pro: $ 299,95 / mese o $ 269,96 / mese se pagato annualmente; Prezzi personalizzati aziendali
  • Durata della prova gratuita: 15 giorni
  • Opzioni di assistenza clienti: supporto tecnico 24 ore su 24, 7 giorni su 7 tramite telefono, e-mail o chat
  • Canali di vendita integrati: Google Shopping, Facebook, motori di confronto dei prezzi , eBay, Amazon, Walmart, Etsy e Instagram
  • Funzionalità dell’app mobile: visualizza analisi, aggiorna ordini, gestisci inventario e prodotti e cerca clienti; alcune funzionalità sono disponibili solo per Android
  • POS: sì

BigCommerce è una piattaforma di e-commerce adatta alle società di software di livello aziendale. Come Shopify e Wix, BigCommerce offre hosting web e molte opzioni di personalizzazione. Tuttavia, non puoi registrare il tuo nome di dominio tramite BigCommerce, quindi dovrai acquistare e registrarti altrove e trasferirlo.

Le caratteristiche preziose includono la vendita internazionale, gli strumenti SEO e la vendita multicanale sui mercati social e di terze parti. Tuttavia, con queste potenti funzionalità arriva anche la complessità.

4. Magento

  • Prezzo: solo prezzi personalizzati
  • Durata della prova gratuita: nessuna prova gratuita
  • Opzioni di assistenza clienti: assistenza telefonica e centro di assistenza in linea / risorse di assistenza tecnica disponibili
  • Canali di vendita integrati: Amazon
  • Funzionalità dell’app per dispositivi mobili: n / a
  • POS: estensioni di terze parti disponibili

Magento è una piattaforma di e-commerce non ospitata creata per gli sviluppatori che desiderano un sistema potente e flessibile da personalizzare. E sebbene questo offra molti vantaggi per i marchi che desiderano una piattaforma completamente su misura, presenta anche molti ostacoli sotto forma di complessità e costi. Hai bisogno di capacità avanzate di codifica e sviluppo per costruire e gestire da solo l’intera infrastruttura.

Magento manca anche di strumenti per creare una strategia multicanale senza soluzione di continuità. Non esiste un modo semplice per attivare il social commerce o la vendita sul mercato con Magento, e lo stesso vale per le valute estere. Quindi, se la globalizzazione è nei tuoi piani, Magento potrebbe non essere la migliore piattaforma di e-commerce per te.

5. WooCommerce

  • Prezzo: il canone mensile medio è fino a $ 30; WooCommerce stima che i costi siano di $ 120 all’anno per l’hosting; $ 15 / anno per la registrazione del nome di dominio; fino a $ 100 / anno per il tema del tuo sito; fino a $ 108 / anno per la spedizione; 2,9% più $ 0,30 per vendita; fino a $ 348 / anno per marketing e comunicazione; fino a $ 79 / anno per SEO; fino a $ 65 / anno per il certificato SSL
  • Durata della prova gratuita: nessuna, ma offre una garanzia di rimborso di 30 giorni
  • Opzioni di assistenza clienti: disponibile solo tramite live chat o e-mail; nessun supporto offerto per app e plug-in di terze parti
  • Canali di vendita integrati: Google Shopping, Etsy, eBay, Facebook, Amazon, Pinterest e Walmart; le integrazioni sono disgiunte
  • Funzionalità dell’app per dispositivi mobili: aggiungi prodotti, gestisci ordini e visualizza analisi
  • POS: POS nativo disponibile

WooCommerce è particolarmente familiare a coloro che conoscono WordPress: WooCommerce è essenzialmente un componente aggiuntivo della popolare piattaforma di blog . WordPress è tradizionalmente per siti Web basati sui contenuti, non e-commerce, quindi WooCommerce è la risposta di WordPress a coloro che vogliono vendere online.

Poiché WordPress è prima un sistema di gestione dei contenuti (CMS) e poi una piattaforma di e-commerce, molte delle funzionalità di vendita sono semplici o si basano sull’aggiunta di app. E sebbene ci siano molte app e plug-in che puoi aggiungere al tuo negozio, più usi, più è probabile che tu rompa qualcosa. E questo non è sempre un rischio che vale la pena correre, considerando le opzioni di supporto limitate.

6. PrestaShop

  • Prezzo: gratuito
  • Durata della prova gratuita: n / a
  • Opzioni di assistenza clienti: supporto tecnico disponibile tramite piani di assistenza a pagamento; supporto fornito via telefono dal lunedì al venerdì, dalle 9:00 alle 18:00 (GMT + 2); centro assistenza, documentazione tecnica e forum della comunità disponibili online
  • Canali di vendita integrati: Amazon, eBay, Etsy e Facebook
  • Funzionalità dell’app per dispositivi mobili: n / a
  • POS: disponibile come moduli aggiuntivi

Prestashop è una piattaforma di e-commerce open source a prezzi accessibili, ottima per iniziare attività con un background un po ‘tecnico. Non esiste assistenza clienti integrata e le integrazioni possono essere impreviste, quindi gli utenti di PrestaShop si occupano personalmente della risoluzione dei problemi con l’aiuto della community.

Gli strumenti e le funzionalità aziendali includono il monitoraggio dell’inventario, il carrello degli acquisti online, la vendita internazionale e il reporting analitico. Hai anche un sacco di controllo sulla privacy e sulle impostazioni di sicurezza sul tuo sito Prestashop.

Nel complesso, mantenere il tuo sito di e-commerce con Prestashop può essere complicato quando si tratta di hosting di terze parti, la moltitudine di componenti aggiuntivi e moduli non verificati e la configurazione ingombrante. 

7. Squarespace

  • Prezzo: Personale: $ 16 / mese o $ 12 / mese se pagato annualmente; Affari: $ 26 / mese o $ 18 / mese se pagato annualmente; Commercio di base: $ 30 / mese o $ 26 / mese se pagato annualmente; Commercio avanzato: $ 46 / mese o $ 40 / mese se pagato annualmente; Disponibile anche il prezzo Enterprise
  • Durata della prova gratuita: 14 giorni e puoi optare per un’estensione di prova di sette giorni una tantum
  • Opzioni di assistenza clienti: e-mail disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7; chat dal vivo disponibile dal lunedì al venerdì, dalle 4:00 alle 20:00 ET
  • Canali di vendita integrati: estensione Shopping Feed per vendere su Amazon, eBay, Etsy e Google Actions
  • Funzionalità dell’app mobile: modifica del sito Web, scansione delle etichette di spedizione, gestione degli ordini, gestione dell’inventario e comunicazione con i clienti
  • POS: disponibile tramite app mobile

Il prossimo costruttore di siti Web con un’opzione di piattaforma di e-commerce è Squarespace. Come Wix, Squarespace utilizza la funzionalità di trascinamento della selezione che richiede poca tecnicità. Entrambe le piattaforme sono principalmente costruttori di siti Web, non piattaforme di vendita online, quindi richiedono una buona quantità di modifiche per aggiungere funzionalità di e-commerce.

Squarespace richiede tempo e pazienza per essere configurato se vuoi vendere online, senza contare che ci sono solo due integrazioni di pagamento. Se hai il budget, potresti persino esternalizzarlo. Dopo aver impostato la funzione di e-commerce, Squarespace dispone di strumenti di monitoraggio dell’inventario decenti. I piani di livello superiore offrono anche la possibilità di vendere buoni regalo o prodotti in abbonamento .

Come scegliere la piattaforma di e-commerce giusta per te

Se hai capito come avviare un negozio online e sei pronto a scegliere quale piattaforma di e-commerce è la migliore per te, ci sono una serie di considerazioni. La migliore piattaforma di e-commerce per te potrebbe essere diversa dalla migliore piattaforma per un altro commerciante: devi considerare le tue esigenze e obiettivi aziendali unici.

Molti commercianti scelgono il costruttore di negozi online più semplice ed economico, che spesso li porta a Shopify. Ma c’è di più nella decisione che nell’uso quotidiano e nel costo. Devi pensare a dove sta andando la tua attività e anticipare le tue esigenze future e trovare una piattaforma in grado di anticipare anche quelle esigenze.

Ora si tratta di trovare la migliore piattaforma per il commercio: online e in negozio e tutto il resto. Questo significa che occorre un best-in-class negozio online e best-in-class suite di strumenti di gestione aziendale. Cerca una piattaforma che investa costantemente nella sua tecnologia e rimanga all’avanguardia quando si tratta di commercio. Il tuo costruttore di siti web può diventare molto di più di una semplice piattaforma in cui fai affari: può essere un veicolo di crescita.

Quando valuti le tue scelte, pensa ai seguenti scenari:

  • Devo vendere i miei prodotti online, offline ea tutti i miei clienti, indipendentemente da dove si trovino, e accettare il pagamento per tali vendite.
  • Devo consegnare i miei prodotti ai miei clienti nel modo migliore per la mia attività.
  • Devo coinvolgere i miei clienti attuali e futuri per far crescere la mia attività.
  • Devo gestire la mia attività giorno per giorno, fare di tutto, dalla gestione delle mie finanze per assicurarmi che le mie strategie funzionino, apprendere nuove tattiche e ottenere supporto tecnico quando ne ho bisogno.

Conosci i tuoi costi

Anche se il budget non dovrebbe essere l’unico fattore decisivo, è certamente importante. Puoi iniziare con un minimo di $ 100, ma probabilmente ne investirai di più nella tua attività prima di iniziare a recuperare i tuoi investimenti, soprattutto in anticipo. Secondo alcune ricerche, la maggior parte dei proprietari di piccole imprese spende circa $ 40.000 durante il primo anno e solo il 9% va alle esigenze aziendali online. (Anche se i commercianti Shopify hanno speso in media $ 38.000, mentre i commercianti non Shopify si avvicinano a $ 41.000.) E quando hai una piattaforma che supporta le tue esigenze aziendali, puoi recuperare i soldi o compensarli con i tuoi margini di profitto.

Con così tanti altri aspetti della tua attività da finanziare, è importante che tu trovi una piattaforma di e-commerce che non prosciughi il tuo budget ma abbia comunque le funzionalità necessarie per gestire la tua attività e realizzare un profitto.

Quando si valutano i costi, prestare attenzione a qualcosa di più della configurazione e delle tariffe mensili. Dovrai anche tenere conto delle commissioni di elaborazione dei pagamenti, dei costi per l’aggiunta di integrazioni e delle potenziali commissioni per l’assistenza clienti (PrestaShop, ad esempio). Ricorda, se l’hosting non è incluso, dovrai considerarlo anche come una spesa aggiuntiva. 

Trova una buona misura per il tuo modello di business e cerca checkout e gateway di pagamento sicuri e affidabili

La vendita online assume molte forme. Potresti vendere prodotti tangibili o prodotti digitali e sono emersi anche altri modelli di business. Se fai dropship, ad esempio, ti consigliamo una piattaforma di e-commerce che possa connettersi facilmente nel back-end per semplificare le operazioni.

Una piattaforma e-commerce ha tonnellate di app che puoi aggiungere al tuo sito per semplificare la vendita per diversi modelli di business. 

Inoltre, è estremamente importante instillare fiducia in questa fase, quindi ti consigliamo di utilizzare metodi di pagamento familiari come i portafogli mobili e PayPal. Queste piattaforme note possono rendere i clienti più a loro agio nel fornire informazioni di pagamento e allo stesso tempo semplificare la procedura di pagamento. 

Considera i tuoi obiettivi di business futuri

Sebbene la tua attività possa avere origini umili, probabilmente hai una visione su dove vuoi portarla in futuro. Questi obiettivi sono importanti a cui pensare anche se non hai intenzione di diventare un marchio globale.

Ad un certo punto potresti anche voler aggiungere la vendita al dettaglio fisica alla tua attività. Con una piattaforma di e-commerce limitante, le integrazioni POS potrebbero essere complicate. Rischi di avere dati di inventario imprecisi a causa di sistemi online e di persona sconnessi. Con una piattaforma come Shopify, tutto viene monitorato e sincronizzato in un unico posto. In questo modo avrai a disposizione dati di vendita e inventario accurati in qualsiasi momento e potrai essere operativo per le vendite di persona in pochi minuti. E puoi anche aggiungere servizi come la consegna locale.

Inizia a vendere online con il nostro aiuto!

Condivdi: